01 novembre 2007

My beautiful laundrette

Ho un problema con il bucato.
Un grosso problema con il bucato.
Lavo, ma non stendo, ritiro, ma non stiro, piego, ma non metto a posto.
E così, andando avanti con i giorni, la situazione diventa insostenibile.
Ci sono volte in cui mia madre, arriva, svuota i cestoni - biancheria da lavare, biancheria da stirare - e se li porta a casa sua.
Ma poi mi ritrovo, per un motivo qualsiasi, a dover stirare la camicia di mio marito all'ultimo momento, praticamente quando ha già addosso la giacca e la cravatta.
Oggi vorrei fare i quadrucci in brodo, ma non so se il bucato me lo permetterà.
Ormai è uno di casa. Ci siamo, io, Nicola, Sveva. Giuseppe e il bucato...ah no, l'altro ospite è la febbre di Giuseppe, in effetti siamo molto spesso in sei in casa: noi, la febbre di Peppe ed il bucato. Non sono convinta che andando a vivere in una casa più grande con tanti armadi e mobili per mettere a posto, il bucato mi abbandonerà mai! E nemmeno la febbre di Giuseppe, è ovvio!!!
Ed io continuerò ad appendere le mutande alla maniglia del forno la sera, per averle asciutte la mattina.

1 commento:

  1. i quadrucci erano davvero buoni......ma il bucato è sempre lì!

    RispondiElimina