22 novembre 2010

Bruschette d'autunno

Io adoro le bruschette e adoro inventarne di nuove. Sperimentare e sfruttare i prodotti di stagione, per rendere ogni bruschetta unica e...climaticamente corretta! Se d'estate mi piace azzardare con le melanzane, d'autunno sono d'obbligo i funghi, e se per caso, come oggi, non mi va di uscire, allora le patate mi verranno in aiuto!
Ho tutte le intenzioni di bollire le patate con la buccia e cucinarle al dente. Fatto questo, le sbuccerò e le taglierò a tocchetti. In una padella faro' rosolare dell'olio extravergine con il rosmarino di Stefania (non e' una varietà' speciale di rosmarino, e' una mia amica con la campagna che mi regala le erbe aromatiche...e non pensate a male!!), e poca cipolla a fette regolari, 'si da poterle eliminare, altrimenti mio marito chiede il divorzio in quattro e quattro otto! Non credo che le abbrustolirò troppo, anzi, vorrei che venissero vellutate, e pestarne qualcuna mi aiuterà nell'intento. Fatto a fette il pane, lo abbrustolirò, ma solo subito prima di andare a tavola, le patate saranno calde e avrò da un po' tolto il provolone piccante di ottima qualità dal frigo. Al momento giusto prenderò un bel piatto grande, vi adagerò sopra il pane, con dolcezza spargerò le patate sulle bruschette, completerò con qualche foglia di rosmarino, sempre di Stefania, e finirò con delle scaglie di provolone piccante. Ho usato il futuro, ma in realtà avrei dovuto usare il condizionale, perché oggi con questa pioggia e i bimbi a casa, m son fatta prendere un po' dalla pigrizia!!!

In realtà, dopo aver finito di scrivere,il senso del dovere ha avuto la meglio e le bruschette le ho fatte e ce le siamo pappate, perchè erano davvero buonissime, anche se le patate non le ho fatte vellutate come mi ero ripromessa ( e ve lo avevo detto che ero pigrissima stamattina)! La prossima sperimentazione prevede funghi cardoncelli saltati in padella velocemente con olio extravergine di oliva, aglio e prezzemolo e per guarnire, gorgonzola a tocchetti. A voler osare opterei anche per carciofi a fette sottili saltati in padella esattamente come i funghi di cui sopra, per finire con scaglie di parmigiano e noci. E a voler osare, solo gorgonzola, miele di castagno e pinoli. E se avete un guizzo di improvvisazione, radicchio rosso grigliato e condito con olio extravergine di oliva, poco aceto balsamico e parmigiano a scaglie, e anche qui un po' di miele, ci starebbe benissimo!

4 commenti:

  1. slurp! brava amica! che fame mi hai fatto venire nonostante siano le otto di mattina, e, ormai, mi sveglio costantemente con nausea e cagotto pre-prestazione. se soffiassi io nella macchinetta che conta le cose verrebbe scritta un'unica cosa 'CACAZZA!'.sarà così fino al 23 dicembre, ma poi recupereremo...ti avvrazzo e vaso, Velia.

    RispondiElimina
  2. :DDDDD ti avvrazzo e ti vaso magari io!!!

    RispondiElimina
  3. GNAMMM
    é quasi ora di pranzo e con le tue ricette ho una fameee
    viva le bruschette

    RispondiElimina
  4. E allora bon appetito!!!! E benvenuta!!!!

    RispondiElimina